Pillole di pensieri sul mio 2012

Sicuramente è stato un anno movimentato, iniziato a Barcellona e che finirà chissà in quale città. Nel 2012 ho pianto tanto quanto ho riso, ho cambiato lavoro per trovarne uno che mi soddisfasse di più e ho conosciuto delle persone e dei colleghi stupendi.. con i Cervelloni abbiamo vinto un viaggio, ci siamo rotolati sulla neve e siamo andati sulle giostre come i bambini a San Gregorio, abbiamo formato un Gruppo Fotografico che è la fine del Mondo, ho ri-lavorato al mio caro Peledos’ e tenuto stretto delle amicizie che non vorrò mai perdere. Ho visto Jova, Cesare, i Muse, e Madonna, ho scoperto nuovi amici e capito con fatica che bisogna accettare che non sempre le cose vanno come si pensa. Cambiare strada è difficile e faticoso, ma non impossibile. E ho capito che, per quanto ci sforziamo di rincorrere la felicità o chissà che cosa, l’importante è non perdere mai di vista quello che è importante per noi.
Perchè le cose belle accadono. Anche per noi che ci crediamo un po’ poco a questa storia. Bisogna solo non aspettarsele 🙂

Pillole di foto del mio 2012

Pillole di foto del mio 2012 | © Cinzia Costanzo

Le mie foto di Parigi…su Rimini Donna!

Ebbene si. Non l’avevo ancora fatto ma è arrivato il momento di gasarmi un po’ e dire al Web che quegli scatti di Parigi che avete visto su Rimini Donna… sono i miei! 😀

Per chi non lo sapesse, Rimini Donna è una rivista mensile che trovate in edicola a partire da ogni 8 del mese (casomai voleste comprarla eh! Si sa mai!).

E questo è quanto! Oltre alla soddisfazione che, va beh, è inutile dirlo, si è impossessata di me già dal primo momento in cui mi era stato chiesto di provare ad inviare le foto alla redazione. E poi quelle foto sono state pubblicate. Le mie. Su un giornale. Cosa volere di più?

Ah si, che si realizzi il punto 8 della mia lista. Ma, fino a quel momento, troppe cose creative avrò da fare! Intanto questo è proprio un’inizio col botto!

Ogni giorno, sempre più!

Ve l’avevo detto, no, che a me la neve fa pensare tantissimo?

E oggi…

Ahhhh che bella sensazione oggi.

Sto pensando a un nuovo luogo per rendere più vive le mie fotografie, e dire che ormai le mie foto sono ovunque in ogni angolo social dove sono iscritta. Chevipossodire…scattare e condividere mi piace sempre più!

Va bene, lo ammetto, in cantiere c’è un nuovo blog, che vorrebbe assomigliare più a un sito, ma ancora non sono così vanitosa da crearmi un sito con le mie foto!

Un blog, però, sì. Rende tutto più reale, senza quel tocco troppo professionale (va beh, non che sia così importante d’altronde).

A breve avrò un altro posto tutto mio nel web, dove mi occuperò solo di fotografia.. o meglio.. dove posterò solo i miei scatti rubati..

E mentre ogni giorni mi ritrovo sempre con più idee e più cose da fare…nel frattempo vi lascio un regalo, un fiocco di neve che oggi era sulla mia finestra..

E’ neve, ed è tanta.

Di solito funziona così. Per me la neve ha sempre sempre significato dei cambiamenti in arrivo. Non radicali, ma quando fuori nevica e io mi affaccio e vedo tutto bianco, non so, si accende qualcosa dentro di me. E’ come se finalmente avessi “trovato il tempo”. Il tempo per ascoltare quello che di solito non voglio dire, quello a cui di solito non voglio pensare.

E’ come se tutto il mondo si fermasse e io avessi più tempo per pensare. E pensare, se non ci stai dietro, insomma, lo sapete dai puoi partire dal tempo e arrivare all’origine del Mondo.

Oggi c’è tanta neve. Tantissima. E io oggi ho pensato. Tantissimo…

Ti svelo un segreto…

“Ti svelo un segreto. L’essenziale è invisibile agli occhi

No, non l’ho inventato io, lo ha detto la Volpe al Piccolo Principe.
E io ci credo.

Per fortuna sto ancora scattando foto nello stesso modo in cui ho iniziato: per gioco.  In fondo, scattare una fotografia è un po’ come giocare no? Sei tu che scegli i personaggi, ti immagini la scena, ti crei il gioco, lo scenario in cui vuoi che si trovino.

Tu crei il tuo mondo, come quando eri piccolo e ti bastava una macchinina per pensare che ti trovavi nell’universo e dovevi scappare dal super mostro che ti inseguiva e tu muovevi quella macchinina in alto e facevi versi.. e ci credevi, guai se qualcuno non ti prendeva sul serio. E non preoccuparti che non eri matto, eri creativo!

Io per fortuna ancora oggi riesco a essere un po’ strana, nell’immaginarmi le cose, intendo!

E insomma, scatto foto perché mi diverto, e questo è essenziale. Mi entusiasmo, e mi sento appagata quando trovo la luce giusta o la giusta atmosfera per giocare con quel che ho di fronte, e creare quella porzione di Mondo che poi, è solo mio.

Può sembrare strano ma si sente, quella vibrazione che ti fa scattare una foto rispetto a un’altra, lo diceva anche la volpe al Piccolo Principe…

A cosa serve la Vitamina Cì

Vitamina Cì  nasce come un progetto auto-ironico su me stessa, che mi chiamo Cinzia, e che sono la mia stessa cura e malattia. Dicono che la Vitamina C, tra le sue mille qualità, aiuta anche a ridurre i problemi cardiaci che nel mio caso sono solo tutte le riflessioni che esprimo sui rapporti con le altre persone e penso che una piccola dose al giorno di sorrisi e di scacciapensieri sia quello che può servire ad ognuno di noi.

Se vi piace parlare di viaggi, di concerti, di fotografia e di tutti i disastri che riguardano la vita di coppia beh, allora siete nel posto giusto perchè troverete una valida viaggiatrice mentale che saprà ascoltarvi e magari farvi fare quattro risate con i suoi racconti.

Io scrivo. Scrivo tutto quello che penso, tutto quello che mi passa per la mente, tutto quello che vorrei dire a qualcuno e poi invece me lo tengo per me. Lo scrivo perchè ogni volta che butto giù come un vortice i miei pensieri e li rileggo, poi tutto mi sembra più facile.

Così, in questo blog che sarà una sorta di diario di bordo dei miei pensieri, sarò talmente reale e diretta che non piacerò a tutti.  Infatti, sarò semplicemente me stessa.

Buon viaggio!